QUADERNO

Le immagini fissano il gesto incastonando il rapporto spazio-temporale nell’effimero splendore della propria bellezza, su cui posano bagliori di luce irreale, le cui sfumature divengono il corpo stesso di una pittura che rifiuta il concetto di quadro come luogo chiuso e, che sconfina nel profondo dell’ego, dove l’atto liberatorio e vitale si confronta con la realtà contingente.

A volte con difficoltà si parla o si scrive e chiunque cerca spazi e mezzi diversi per riuscire ad esprimersi.
Spesso l'arte diviene il mezzo per riuscire a dire in silenzio senza che nessuno scopra, sappia, intenda.

Ringrazio tutti coloro che passando per una delle mie esposizioni hanno voluto lasciare un segno del loro passaggio firmando o lasciando un commento sui quaderni delle firme,

Quaderni da me custoditi con cura ed attenzione.

GRAZIE A TUTTI.